Blog

19
mar

Agriturismo a Borgonovo Val Tidone

Se cerchi un agriturismo a Borgonovo Val Tidone dove soggiornare alcuni giorni per una vacanza di pace e relax, Podere Casale, distante soli 10 chilometri, risulta essere il luogo ideale da cui partire per visitare i borghi e le vallate circostanti.

La Val Tidone, insieme alla vicina e più piccola Val Luretta, rappresentano un angolo di paradiso nella zona sud del territorio piacentino, disseminato di piccoli borghi medioevali e castelli, veri e propri gioielli artistici, che fanno del patrimonio culturale locale un tesoro inestimabile.

Attraversando la Val Tidone, infatti, puoi incontrare Sarmato, con il suo omonimo e splendido castello; Castel San Giovanni con la sua Villa Braghieri e la Collegiata; e finalmente Borgonovo Val Tidone, che non è certo da meno rispetto ai comuni vicini. Anzi. In questo piccolo centro, situato proprio sullo sbocco della Val Tidone in val Padana, tantissimi sono i monumenti, le chiese e le piazze da vedere, ma la prima cosa che colpisce è un viale che circonda praticamente tutto il paese, in un verde e ideale abbraccio, e che si interrompe solo in corrispondenza di piazza Garibaldi e De Cristoforis, e che conferisce al borgo quel sapore antico di posto davvero speciale.

Borgonovo Val Tidone comprende anche le frazioni di Agazzino, Bilegno, Breno, Fabbiano, Mottaziana, Corano e Castelnovo.

Paese agricolo, artigianale ed industriale in provincia di Piacenza, Borgonovo, con i suoi meravigliosi panorami, conta quasi 8.000 abitanti.

Fondato nel 1196 dai consoli di Piacenza, il borgo era circondato da mura fortificate, a loro volta circondate da una profonda fossa che durante la guerra, per proteggere il paese, veniva riempita d’acqua.

Dopo essere stato distrutto dalle milizie pavesi fu ricostruito insieme ad un’imponente rocca con funzioni militari e difensive.

 

COSA VEDERE A BORGONOVO VAL TIDONE

La Rocca di Borgonovo Val Tidone

La Rocca di Borgonovo

La prima tappa obbligata per il visitatore che sceglie un soggiorno in agriturismo a Borgonovo Val Tidone è il Castello della Rocca, la cui storia segna anche e inevitabilmente quella del paese: costruito nel 1196 come borgo fortificato, è munito di torri e cinta muraria con scarpata e ingressi fortificati.

I due ponti levatoi sono stati murati. Nel corso del tempo ha subito diversi rimaneggiamenti a causa di distruzioni e invasioni che ne hanno irrimediabilmente minato l’aspetto originario; l’esterno che ammiriamo oggi è comunque piuttosto antico, poiché risale al 1313 e fu realizzato dai Visconti.

La Rocca ha poi avuto molti proprietari diversi: gli Arcelli, i Visconti, i Piccinino, gli Sforza, e i Zandemaria nel 1691. A questa ultima famiglia si deve la trasformazione da rocca fortificata a lussuoso castello che vanta anche una pinacoteca con 240 opere fra cui quelle di Correggio e Guido Reni. Nel 1875, infine, il castello è stato venduto al Comune per lire 80.000.

Percorrendo idealmente le vie di Borgonovo Val Tidone, andando lungo via Roma, all’altezza dell’incrocio con il Cantone della Chiesa ci si imbatte in un’altra chicca artistica di tutto rispetto: la chiesa dell’Immacolata Concezione, che risale al Seicento. In origine, stando al materiale storico giunto fino a noi, a destra della facciata si ergeva un campanile a tre livelli, sormontato da una cupolina a loggette; oggi, invece, possiamo ammirare solo il basso campanile a sinistra.

L’interno della chiesa è semplice nella sua bellezza: la pianta è ottagonale, il pavimento in marmo ospita una rappresentazione pregevolissima della Vergine. Nel secondo piano della chiesa è possibile vedere quel che resta degli affreschi più antichi, che sono ben visibili nella cupola. Un organo, una cantoria in legno, raffinati dipinti della Vergine e un bellissimo altare in marmo, sormontato da volte a tutto sesto, completano l’arredo interno della struttura.

Uscendo dalla chiesa dell’Immacolata Concezione e continuando il nostro percorso immaginario, ci imbattiamo nella chiesa del SS Sacramento: sorta fra il 1555 e il 1558, è stata recentemente ristrutturata e salvata dallo sfacelo nel quale era irrimediabilmente caduta. La facciata solamente è stata salvata dall’erosione del tempo, mentre le statue che occupano le nicchie laterali sono delle fedeli riproduzioni; l’interno è tutto da vedere: tre campate molto belle e soprattutto un antico organo opera di Angelo Amati di Pavia attendono il visitatore.

Collegiata Borgonovo Val Tidone

Collegiata Borgonovo Val Tidone

Il nostro tour, partendo da un agriturismo a Borgonovo Val Tidone procede ora con una delle tappe più importanti: la Collegiata, risalente al 1211, l’imponente chiesa in stile gotico realizzata in laterizi e dedicata a Santa Maria Assunta. La facciata, mirabile esempio di stile neogotico, è realizzata in mattoni a vista, con una sola cuspidata, accompagnata agli angoli da robusti contrafforti. Al colmo del tetto si innalzano pinnacoli ottagonali accompagnati da colonnine e archi a sesto acuto che conferiscono all’insieme un aspetto austero. Al centro e ai lati della facciata si aprono tre rosoni di pregio artistico.

Uscendo dalla Collegiata ci si imbatte immediatamente nell’imponente mole del Palazzo Radini Tedeschi, antica sede dei signori della città. Il palazzo che vediamo noi oggi è il risultato di interventi e rimaneggiamenti settecenteschi, ma la prima struttura risale alla metà del XVII secolo. Sulla facciata spiccano le grandi finestre che danno sulla strada e che incorniciano una struttura semplice nella sua maestosità; l’interno, al piano nobile, è caratterizzato da un susseguirsi di splendide sale, la cui principale è senza dubbio il salone a doppio volume a cui si accede salendo uno straordinario scalone del 1736.

Se hai deciso di fermarti per una vacanza in agriturismo a Borgonovo Val Tidone, è da vedere, nella splendida piazza De Cristoforis, anche l’acquedotto di Borgonovo, intitolato a Pietro Sacconi. Salvato da distruzione certa e restaurato, l’acquedotto rappresenta oggi, insieme all’Istituto Andreoli, un esempio dello stile razionalista per via della sua struttura pura, composta da due blocchi cubici uno sopra l’altro e sei lastre di cemento che creano terrazze quadrate.

Tanti altri sono i monumenti che Borgonovo Val Tidone custodisce gelosamente al suo interno: la chiesa di San Pietro, la facciata dell’antico cinematografo, la chiesa di San Giuseppe, la Villa Calciati, la chiesa di San Rocco, la chiesa di San Bernardino, il convento di San Bernardino, la piccola cappella ottagonale dedicata a Santa Maria dell’Orto.

Una volta esplorata Borgonovo Val Tidone vale la pena investire un po’ di tempo nella visita del territorio.

La Val Tidone è una valle ricca di sorprese, ubicata tra l’Emilia e la Lombardia, dove è possibile trovare eccellenze enogastronomiche, ma anche incantevoli panorami, rocche antiche, castelli e santuari, un percorso che riesce ad affascinare ogni tipologia di viaggiatore.

Chi sceglie di visitare Borgonovo Val Tidone non può perdersi la Rocca, come abbiamo già scritto, luogo ideale per una fotografia o un selfie nel cortile interno o nel fossato, un tempo circondato d’acqua.

Il Castello di Castelnovo ospita spesso eventi importanti e cerimonie ma è possibile visitarlo con un accompagnatore per conoscere la storia e l’architettura della costruzione.

L’itinerario dei castelli porta anche al comune di Ziano Piacentino, dove meritano una visita il Castello di Montalbo e il Castello di Seminò, spesso scelto come location ideale per eventi e matrimoni.

Un weekend in agriturismo a Borgonovo Val Tidone consente di conoscere luoghi realmente affascinanti che appagano i sensi di chi li visita, dalla vista con panorami e architetture spettacolari, al gusto assaggiando i piatti della tradizione, ed infine i profumi inebrianti dei vini pregiati del luogo.

 

DOVE DORMIRE A BORGONOVO VAL TIDONE

Insomma, il turista che sceglie Podere Casale sulle colline piacentine per la sua vacanza in agriturismo a Borgonovo Val Tidone, ha veramente tanto da scoprire: qui il patrimonio artistico e culturale è di inestimabile valore.

Per conoscere i servizi ed i prezzi offerti da Podere Casale consulta la pagina prenotazioni

Se non hai trovato quello che cercavi al Podere Casale, allora forse Ti interessano altri indirizzi in zona:

ELENCO COMPLETO AGRITURISMI A BORGONOVO VAL TIDONE

Agriturismo Il Corniolo S.S.
Indirizzo: Frazione Castelnovo Val Tidone, 287,
29011 Borgonovo Val Tidone PC
Telefono: 0523 869293

Agriturismo Villa Paradiso
Indirizzo: Localita’ Chignoli, 143,
29011 Borgonovo Val Tidone PC
Telefono: 345 557 4024

Agriturismo Il Cortile
Indirizzo: località Castellina 252
29011 Borgonovo Val Tidone PC
Telefono: 0523 861076

Agriturismo il Viandante
Indirizzo: Località Spada di Fabbiano 153
29011 Borgonovo Val Tidone PC
Telefono: 0523 860014

Agriturismo Case Olive
Indirizzo: località Case Olive, 127,
29011 Borgonovo Val Tidone PC
Telefono: 338 283 1401

 

EVENTI SAGRE E FESTE A BORGONOVO VAL TIDONE

Nel territorio di Borgonovo di Val Tidone ogni anno e in ogni stagione vengono ospitate diverse manifestazioni che attirano l’attenzione di molti partecipanti: dalla Fiera dell’Angelo al Carnevale di Borgonovo, o anche la Festa del Perdono, o una delle più importanti rassegne vitivinicole del Piacentino, il Val Tidone Wine Fest.

CARNEVALE A BORGONOVO VAL TIDONE

Tappa fissa di molti abitanti del Paese e non solo, è il Carnevale a Borgonovo Val Tidone con due appuntamenti, ovvero il veglione mascherato dedicato ai piccoli, e il Falò Brusca la Vecia che si svolge regolarmente ogni anno il martedì grasso.

Il veglioncino mascherato per bambini si svolge annualmente presso il teatro Capitol in via San Ziliano, dove dopo una sfilata dei piccoli vengono premiate le maschere più belle ed originali, e con una divertente animazione a misura di bambino.

Secondo appuntamento del carnevale Borgonovo Val Tidone è il tradizionale falò Brusa la vecia, manifestazione che inaugura il nuovo anno e scaccia le sfortune. Evento che richiama sia i grandi che i piccini e che viene organizzato in Piazza Garibaldi, dove la Pro Loco offre ai partecipanti vin brulè e chiacchiere.

FIERA DELL’ANGELO

Una tradizionale manifestazione apprezzata dagli abitanti del posto, dai turisti e da chi ha scelto di passare le vacanze di Pasqua in agriturismo a Borgonovo Val Tidone e che viene organizzata ogni anno nella domenica e nel lunedì di Pasqua è la fiera dell’Angelo.

Evento che conta numerosi espositori agricoli, con una rassegna enogastronomica, vendita di prodotti come salumi, formaggi, e diversi prodotti tipici, ed una mostra zootecnica.

Il centro cittadino di Borgonovo Val Tidone raccoglie un intenso afflusso di gente, con i divertenti giochi del luna Park, e i diversi eventi musicali pronti a rallegrare la manifestazione, animata anche da attrazioni e street-food.

FESTA D’LA CHISOLA

Sagra tradizionale organizzata la prima domenica di settembre dal comune di Borgonovo Val Tidone è la Festa d’la Chisola.

La sagra celebra la “chisola” una focaccia appartenente alla tradizione del territorio preparata con farina bianca, ciccioli, lievito di birra, strutto acqua e sale.

L’evento della Festa della Chisola ha ottenuto un importante riconoscimento, e la tradizionale focaccia è stata introdotta tra i prodotti agroalimentari tradizionali, iscritta nel registro De.C.O di denominazione comunale d’origine del comune di Borgonovo Val Tidone.

La festa d’la Chisola organizzata a partire dal 1967 prevede tre giornate di festeggiamenti che culminano nella domenica, e lungo le vie della città è possibile trovare stand vendita di chisola, ma anche esibizioni di artisti e musicisti.

Una leggenda narra che nel 1115 Federico Barbarossa passò dalla Val Tidone. Dove successivamente venne creato il paese di Borgonovo, lui e il suo esercito stremati e affamati furono rifocillati dalla popolazione con la chisola, decidendo così di proseguire il cammino senza attaccare i generosi abitanti del luogo.

VAL TIDONE WINE FEST

Durante il Wine Fest, evento imperdibile per tutti i cultori delle vacanze in agriturismo a Borgonovo Val Tidone, il centro storico della cittadina viene invaso dagli stand delle aziende e delle cantine vitivinicole con un’iniziale inaugurazione in Piazza Martiri della Libertà.

Il Wine Fest è considerata una delle più grandi manifestazioni e rassegne del vino piacentino, quattro weekend  dove è possibile assaporare i piatti della tradizione e i vini tipici della Val Tidone con un particolare accento sui passiti, la Malvasia, l’Ortrugo e il Gutturnio.

Per le vie del paese in occasione del wine fest espongono diversi produttori del territorio, con la possibilità di degustare i formaggi di capra delle aziende locali, i funghi e i tartufi, il latte e lo yogurt, così come il miele e prodotti naturali dell’apicultura del posto.

Non mancano anche i diversi punti di ristoro con il tradizionale batarò, i primi piatti come pisarei e tortelli, la coppa arrosto e gli innumerevoli dolci tipici della Val Tidone.

Una ghiotta occasione per chi vuole visitare la Val Tidone apprezzandone i suoi piatti tradizionali e i profumi dei vini aromatici della zona, il tutto accompagnato dall’accoglienza della gente del posto e dai panorami da favola della Valle. In occasione del Val Tidone Wine Fest vengono organizzati dei veri e propri tour e pacchetti turistici per permettere a chiunque lo desideri di partecipare alla rassegna dei vini della Val Tidone alloggiando in un agriturismo a Borgonovo Val Tidone

Un evento che negli anni è diventato social, dato che oltre al contest fotografico indetto sul profilo instagram del Festival del vino, si aggiungono numerose iniziative su Facebook: giochi, sondaggi, e quiz. Consentendo di diffondere l’iniziativa e farla conoscere ad amici e amanti del vino, per approfondire le bellezze del territorio della Val Tidone.

Sono realmente innumerevoli le iniziative pronte a coinvolgere un ampio pubblico, e che consentono di attirare l’attenzione di turisti appassionati di vino, arte e cultura.

 

 

 

Forografie: wikipedia e turismopiacenza.it

Leave a Reply